LUCHA Y SIESTA NON PUO’ CHIUDERE – Scrivi anche tu una mail alle istituzioni

La Casa delle donne Lucha y Siesta autogestita da donne che fanno rete contro violenze e discriminazioni, viene minacciata da Comune, ATAC e Tribunale che annunciano l’interruzione delle utenze e lo sgombero immediato.

Le donne di Lucha y Siesta chiedono a tutt@ di attivarsi fino alla mezzanotte di stasera 30 agosto con una e-mail da inviare alle istituzioni per fermare lo sgombero.
E per arrivare anche sui social, fate una foto allo schermo del computer con la mail e postatela su fb, instagram e twitter taggando il Comune di Roma e la Regione Lazio. Facciamo sentire la nostra voce ovunque.

Noi lo abbiamo fatto!

Per sapere di più su tutta la vicenda:
https://luchaysiesta.wordpress.com/…/lettera-aperta-alla-g…/

Copiate la mail in calce e inviatela a questi indirizzi:
– lasindaca@comune.roma.it (Sindaca di Roma)
– stefano.castiglione@comune.roma.it (Capo Gabinetto della Sindaca)
– presidente@regione.lazio.it (Presidente Regione Lazio)
– mvaleriani@regione.lazio.it (Assessore Politiche abitative, Urbanistica, Ciclo dei Rifiuti e impianti di trattamento, smaltimento e recupero)

con il seguente Oggetto: Casa delle donne via LUCIO SESTIO 10

e il seguente Testo:

Gentili Rappresentanti delle Istituzioni

vista la carenza e il sovraccarico nel sistema dell’accoglienza dedicata alle donne che escono da situazioni di violenza e vista l’importanza della presenza sul territorio di presidi sociali e culturali contro la violenza di genere reputo inammissibile la minaccia di chiusura della Casa delle donne Lucha y Siesta, un’esperienza indispensabile per la città di Roma. Pertanto chiedo un immediato intervento che blocchi la procedura di sgombero e di distacco delle utenze per l’immobile di Via Lucio Sestio 10.

È importante continuare a sostenere tutte le donne che si trovano in difficoltà. Non ci deludete e dateci risposte!

Nome e cognome